tefenews 16 settembre, 2018 0

La Polinesia francese e i tatuaggi

La Polinesia francese e i tatuaggi

Nel caso in cui condividiate il comune desiderio di fare un viaggio in Polinesia come prima cosa vi consiglio di rivolgervi ad un’agenzia come Travel Design, in grado di ascoltare le vostre esigente e trovare la soluzione che fa per voi, in modo tale da regalarvi un ricordo da custodire gelosamente, sia che si tratti di un viaggio con amici, di coppia o, perché no, in compagnia di se stessi.
Una cosa che dovreste sapere della Polinesia e della sua cultura, al di là dei colori, dell’allegria, dei modi di fare, riguarda i tatuaggi.
Qui infatti essi rappresentano molto più di quello che si possa pensare, in Polinesia i tatuaggi costituiscono un’antica arte vera e propria come per noi occidentali possono esserlo i templi o gli archi.

L’arte del tattoo dall’origine divina

Anticamente i tatuatori battevano un bastoncino di legno sulla punta che si trovava a contatto con la pelle per inciderla. Si tratta di un’arte tradizionale ed incredibilmente antica tanto che la parola ‘’Tatau’’, traduzione del nostro ‘’tatuaggio’’ significa appunto ‘’picchiettare’’, ‘’battere’’.
Fino a non molto tempo fa un noto tatuatore del luogo aveva l’abitudine di tatuare ancora con il legno, prima che le recenti leggi sull’igiene lo proibissero a favore di studi e attrezzature standard, uguali ormai praticamente ovunque. Se questo da un lato garantisce una certa sicurezza in termini igienici, dall’altro sembra spegnere il fascino di antiche pratiche, affascinanti agli occhi dei più.
Come se tutto ciò non bastasse il Tahu’a Tatau (tatuatore in polinesiano) veniva considerato una sorta di stregone in grado di narrare la vita vissuta e perché no quella ancora da vivere attraverso i disegni sulla pelle.

Assistere alla pratica

Se siete abbastanza fortunati ed in grado di non limitarvi ad una vacanza fatta di mare, sole e relax in hotel di lusso, vi sarà possibile assistere al tatuaggio ed ascoltare la spiegazione direttamente dal tatuatore, in grado spesso di rappresentare un’intera vita, fatta di passioni, amori, figli, dolore, in un solo disegno.
Nella maggior parte dei casi vi ritroverete di fronte forme geometriche, curvilinee e concentriche, spirali, linee rette e punti, ma non mancano riferimenti alla natura, importante per i polinesiani e presente in ogni angolo, in un’armonica convivenza.
Nella società tutti i ragazzi iniziano la propria vita adulta con un tatuaggio, abbellendo il loro corpo con la loro storia oppure raccontando le loro passioni, per le ragazze invece i tatuaggi sono più delicati e colorati, una sorta di invito alla scoperta di se stesse.